Les Journées Particulières di LVMH a Roma. Dietro le quinte, dove nascono i sogni.

allestimenti, AltaRoma, Arte, Atelier, beauty, cinema, Cocktail, Cultura, Eventi, Gioielleria, Installazioni, luxury, Magazine, Moda, Mostre, Orologeria, Roma, stilisti, Vernissage, VIP

Les Journées Particulières di LVMH a Roma

Roma è la nostra Città. La amiamo, nonostante tutti i suoi difetti, perché è capace di stupirci ed innamorarci ogni giorno con nuove piccole meravigliose sorprese.

La lungimiranza del Gruppo LVMH ha suggellato con l’Italia e con Roma un patto d’Amore speciale, anche se fondato su un’impeccabile imprenditorialità.

Ha scoperto quanto “sapere e saper fare” vi è nelle Nostre più importanti Realtà, che fondano le loro basi sull’artigianalità nata e trasmessa nelle botteghe che hanno dato origine a quelli che oggi sono divenuti Brand di importanza internazionale.

Acquisire queste Aziende, facendole rientrare in un ristretto Gruppo di meravigliose eccellenze, ha dato ulteriore spinta propulsiva a queste Realtà, esaltandone le peculiarità, valorizzandone le straordinarie capacità creative ed artigiane senza snaturare o confonderne la singola personalità e l’essenza stessa di Maison come FENDI e BULGARI.

Così, in un sabato pomeriggio di inizio estate, ho avuto occasione di entrare nei “salotti buoni”  della creatività romana, partecipando  alle iniziative del Gruppo che hanno aperto le porte delle Maison per un Tour ala scoperta dei luoghi e delle persone che fanno nascere i sogni della moda e della gioielleria. Due luoghi magici, distanti lo spazio di una strada, mitici  ed evocativi come Palazzo FENDI in Largo Goldoni e la Boutuque BULGARI in Via Condotti, di fronte allo storico Caffè Greco.

Due occasioni di crescita personale, di conoscenze importanti tramesse con la semplicità di “chi sa” ad un pubblico variegato, composto da semplici ammiratori, interessati addetti ai lavori o facoltosi  clienti.

Tutti ad occhi spalancati davanti alla meravigliosa semplicità – dietro alla quale si leggono anni di esperienze tramandate, di tecniche acquisite, migliorate nel tempo, di tecnologie che non avranno mai la meglio sulla manualità –  con la quale gli artigiani delle due Maison hanno illustrato i processi creativi che portano nelle vetrine la borsa cult , il gioiello da mille e una notte, la pelliccia da sogno  o l’ultima creazione su tacco 14.

Accolti e coccolati nelle ovattate atmosfere delle due meravigliose Boutiques, siamo stati testimoni di quanto valore ci sia dietro a questi due Brand, un valore fatto di grande sapienza artigiana che, oggi come ieri, da vita alle creazioni che continuano a far sognare generazioni di Donne, a Roma come in tutto il Mondo.

Grazie LVMH per queste giornate davvero particolari!

Franco Ciambella tra i protagonisti della mostra “60 anni di Made in Italy”

Abiti Cerimonia, Abiti Sposo, allestimenti, AltaRoma, Arte, Atelier, cinema, Cultura, Eventi, Location, luxury, Magazine, Moda, Mostre, Roma, stilisti, Vernissage, VIP, Woman & Bride

Un abito couture firmato Franco Ciambella in esposizione alla Centrale Montemartini per la mostra “60 anni di Made in Italy”

“Il corpo è il palcoscenico su cui si rappresenta, indossando un abito, ciò che ognuno di noi vuole essere.” Questo il concetto base su cui si fonda la moda sognante di Franco Ciambella, che ha messo a disposizione della mostra “60 anni di Made in Italy”, un abito Alta Moda che fece sfilare nel 2003 sulle passerelle di Altaroma.

Indossato anche dall’attrice Elena Sofia Ricci nello stesso anno, quando fu madrina di Miss Italia, l’abito è costruito con tela e stecche visibili, caratterizzato da ampie sovrapposizioni di organza leggera non orlata, sfumata artigianalmente nelle tonalità dell’amaranto e del nero più intenso, che danno vita ad una linea ampia. Un insieme complesso di nuove lavorazioni come le trecce di georgette, un rincorrersi di strati di organza sfilati, lacerati e dipinti per ottenere sia un volume che un effetto piuma. Il bustier è in pizzo chantilly ricamato a mano con cristalli Swarovski multicolore.

La mostra sarà inaugurata a Roma domani alle ore 18.00 presso le sale del suggestivo Museo Centrale Montemartini, dove rimarrà allestita fino al 28 ottobre.

Ideata da StilePromoItalia e curata da Fiorella Galgano ed Alessia Tota, vuole essere soprattutto un omaggio alla genialità di alcuni personaggi, tra i più importanti, che oltre a contribuire alla nascita del Made in Italy, sono riusciti nel tempo ad imporre in tutto il mondo il proprio stile e gusto estetico, determinando quello che oggi è l’inconfondibile “stile italiano”.

 Franco Ciambella, tra i protagonisti di questo importante evento è da sempre interprete e fedele al concetto di “donna plurale” che vuole raccontare con l’abito-emozione in mostra. Nel suo viaggio onirico sospeso tra sacro e profano, infatti, ispira un’intera collezione haute couture alla metamorfosi de “Il lago dei cigni”. Ne esce la visione alchemica doppia di donna/cigno, bianco/nero, Odette/Odile, bene/male, che viene letta dallo stilista come un modo di  rappresentare il cambiamento e divenire altro da sé.

In esposizione le seguenti griffe:

Alta Moda femminile: Renato Balestra, Franco Ciambella, Raffaella Curiel, Marella Ferrera, Sorelle Fontana, Egon Furstenberg, Galitzine, Gattinoni, Lancetti, Antonio Marras, Gai Mattiolo, Lorenzo Riva, Sarli,  Schuberth, Valentino.

Alta Moda maschile: Brioni, Maison Litrico Roma.

Prêt-à-Porter: Emilio Pucci, Walter Albini, Giorgio Armani, Laura Biagiotti, Mariella Burani, Roberta di Camerino, Helietta Caracciolo, Roberto Cavalli, Enrico Coveri, Dolce & Gabbana, Etro, Fendi, Salvatore Ferragamo, Gianfranco Ferrè, Alberta Ferretti, Nazareno Gabrielli, Genny, Gherardini, Gucci, Krizia, La Perla, Max Mara, Missoni, Moschino, Prada, Ermanno Scervino, Luciano Soprani, Trussardi, Versace.

Tra le presenze confermate all’inaugurazione, oltre alle massime rappresentanze capitoline, anche il

Presidente della Camera Nazionale della Moda Italiana, Cav. Mario Boselli e l’attrice Ornella Muti.