ESCUSIVITA’ ED ELEGANZA NEL CUORE DEI PARIOLI: AL CIRCOLO DELL’ANTICO TIRO A VOLO SFILA LA PELLICCERIA DI ROBERTO CAGNETTA

Abiti Cerimonia, allestimenti, Alta gastronomia, AltaRoma, Arte, Atelier, banqueting, beauty, catering, cinema, Cocktail, Cultura, Eventi, fragranze, Location, location per matrimoni, luxury, Magazine, Matrimonio, Moda, Roma, stilisti, Vernissage, VIP, Woman & Bride

SFILATA RC COLLECTION – CIRCOLO ANTICO TIRO A VOLO – ROMA

PRESENTAZIONE DEI MODELLI DI PELLICCERIA 2013/2014 DELLO STILISTA ROBERTO CAGNETTA

Quando arriva il freddo, le star tornano a “coprirsi” con le pellicce. In Inghilterra, per esempio – dove la caccia è ancora una tradizione, in particolar modo nell’ “high society” – ritorna il capo più amato e discusso: la pelliccia. Dall’inossidabile Regina Elisabetta, alla sorella di Kate Middleton, la fashionist Pippa, molte sono le signore che, per “ripararsi” dal freddo, scelgono questo prezioso capo invernale. Se Lady Gaga adora lo zibellino e la volpe argentata, Victoria Bekam sceglie per le sue uscite glamour lontra e murmasky. Anche le nostrane Daniela Santanché e Alba Parietti hanno dichiarato che non rinuncerebbero mai a una calda pelliccia, sia in montagna che in città. Molti i nuovi tagli e colori della Collezione Autunno Inverno 2013/14 dello stilista Roberto Cagnetta presentata Giovedì 19 Settembre 2013 presso gli eleganti spazi esterni a bordo piscina dell’Antico Circolo Tiro a Volo in Via E. Vajna, 21 a Roma, a due passi da Piazzale delle Muse, nel quartiere Parioli. Tanti i volti noti chiamati a raccolta dal press agent Emilio Sturla Furnò  che si potevano riconoscere tra gli oltre trecento invitati che non si sono voluti perdere l’apertura della nuova stagione degli eventi romani. Tra loro, ricevuti dal presidente del Circolo Michele Anastasio Pugliese, tante signore: Adriana Russo, Sandra Cioffi Fedi, Mara Parmigiani Alfonsi, Silvana Augero, Eleonora Vallone, Fanny Cadeo, Roberta Beta, Maria Monsè, Manon Umbertelli, Nadia Bengala, Lilian Ramos, Bianca Maria Lucibelli Caringi, Carla Montani, Betta Scarpa, Maridì Vicedomini, le blasonate Irma Capece Minutolo, Cetti Lombardi Satriani, Monica Augusta, le psicoterapeute Irene Bozzi e Mariolina Palumbo, la scrittrice Rosetta Romano Toscani, l’artista Paola Romano, la pr Pupa Guidi, il maestro Isabella Ambrosini, Erika Gottardi, Tiziana Amorosi d’Adda, Elisabetta Ferraro, le giornaliste della tv Camilla Nata, Stefania Giacomini, Lisa MarzoniSilvia Bertoni e Veronica Gatto. Scambio di saluti tra l’attore americano Clayton Norcross, il sensitivo inglese Craig Warwick, i principi Guglielmo Giovanelli Marconi e Alessio Ferrari Angelo-Comneno, il marchese Giuseppe Ferrajoli, Alex Partexano, Antonio Troiani, lo stilista Massimo Bomba, il presidente di Vitattiva Alfonso Rossi, lo scultore Giulio Gorga, l’editore Massimiliano Piccinno. Applausi per la quarantina di capi spalla con finale dedicato alla gran sera con tanto di stole, mantelle e manicotti abbinati alle creazioni di Gianluca Mannara. Raffinato cocktail sul prato a bordo piscina con tovagliati verdi e prelibatezze mediterranee: insalata di polpo, risotto alla pescatora, paccheri con gamberi, trofiette al pesto, parmigiana di melanzane e una variopinta selezione di dolci tra cui torta al limone e crostate di frutta. “Moltissime celebrities” – afferma lo stilista, che da oltre trent’ anni disegna e realizza preziosi capi di pellicceria nel suo laboratorio capitolino – “ma anche tante signore che non appartengono al mondo dello star system,  non vogliono rinunciare allo stile e all’eleganza di una creazione che non solo riscaldi, ma sia estremamente sensuale e preziosa”. Durante la fashion week newyorkese che ha aperto i battenti lo scorso inverno, si è fatta notare, tra le tante, Sarah Jessica Parker, in una mise alla Carrie Bradshaw, indossando, a sorpresa, una pelliccia blu elettrico, mentre Heidi Klum ha optato per un gilet in pelle borchiata con inserti di visone. Per questo, anche in tempi economicamente più difficili, la pelliccia è un bene che resiste nonostante i quesiti morali che necessariamente questo capo pone, rivelandosi un oggetto del desiderio per molte donne. “Non solo creazioni pesanti e impegnative, però” – prosegue Cagnetta – “da qualche anno a questa parte la moda propone la pelliccia non soltanto  per cappotti e caldi interni di soprabiti, ma, anche, come elemento decorativo per giubbotti, maglie, scialli e accessori come borse, monili, ferma-capelli e, persino, bandane in lana e zibellino”. La  nuova collezione Autunno Inverno 2013/14 di Roberto Cagnetta propone capi reversibili dai tagli essenziali, con manica scivolata e pulita. Sempre di moda il visone sia nelle classiche nuance dei marroni naturali, sia nelle nuove ed inusuali tinte del viola, del bordeaux e del blu oceano. Gilet chiusi con nappe e vistose zip  per le giovanissime e piumini in tessuto cangiante, double face, decorati da pizzi, organze di seta e passamaneria”.

Bertoletti 1882: In Via Vittoria una delle tappe da non perdere della Vogue Fashion’s Night Out a Roma.

Atelier, Cocktail, Cultura, Eventi, luxury, Magazine, Moda, Roma, stilisti, Vernissage, VIP

Bertoletti Alta Moda Italiana 1882 in occasione della Vogue Fashion’s Night Out  festeggerà il suo neo ingresso tra le Attività Storiche di Eccellenza della città di Roma con un evento speciale che unirà in un ponte ideale passato, presente e futuro della maison.

All’interno della boutique di via Vittoria n.16/a sarà allestito un corner fotografico di venti scatti storici firmati dai più grandi talenti della fotografia di moda, da Bob Krieger a Johnny Moncada che negli anni hanno ritratto la donna Bertoletti come musa e simbolo di un nuovo concetto di lusso che non è l’ostentazione di uno status symbol, qual era vista fino a pochi anni fa la pelliccia, ma il piacere di indossare un capo assolutamente unico perché realizzato con tecniche artigianali di eccellenza.

Unicità e stile da sempre caratterizzano Bertoletti che produce nei suoi laboratori della Capitale un elegante prêt-à-porter di lusso e sofisticati capi d’alta moda, tutti rigorosamente pezzi unici.

Se il corner fotografico rievocherà in venti suggestive immagini d’atmosfera la storia di un brand che dal 1882 continua ad incantare per il fascino avantgarde delle sue collezioni, una serie di colorate pop up box sveleranno, attraverso un originale percorso in dieci step, come si realizza una pelliccia di alta moda, dall’idea e ispirazione iniziale fino all’elegante packaging finale.

Inoltre, su shopping bag in cotone, che saranno distribuite gratuitamente durante la serata, saranno stampati i figurini di modelli cult della maison Bertoletti, simbolo di uno stile che si rinnova nel tempo.

Corner fotografico, shopping bag e pop up box. Dal passato al presente, e quindi futuro, di una griffe che crede fermamente nell’artigianato come valore imprescindibile per realizzare qualcosa di veramente Alto e Altro.

Durante la serata, in cui verrà servito un elegante aperitivo con finger food, è previsto un djset con musiche d’atmosfera, perfettamente in linea con lo stile Bertoletti, quasi una colonna sonora che accompagnerà ospiti e pubblico alla scoperta del lifestyle della maison, attento alle esigenze di una donna moderna, dall’allure basic-chic, sportiva e spontanea.

Le collezioni Bertoletti si muovono, infatti, nel solco della grande tradizione del design italiano a cui attingere per costruire il Nuovo perché chi non ha passato non ha futuro.

Specialmente nel mondo dell’artigianato d’eccellenza, una nicchia preziosa per il Made In Italy, oggi come ieri.

Questa presentazione richiede JavaScript.

 

BERTOLETTI
Azienda di pellicceria fondata a Roma nel 1882 .

 

Ultimo di una famiglia di ombrellai piemontesi del lago Maggiore trasferito a Roma, Francesco Bertoletti fu il fondatore della Casa che oggi , alla quarta generazione, è condotta dall’omonimo pronipote con la moglie Maria Luisa.

 

Nel Dopoguerra fu guidata dal Cav. Cesare, comandante d’aviazione, cofondatore dell’aeroporto Capodichino di Napoli e storiografo.
L’Azienda, attraversando la crisi del 1929, la Prima e la Seconda Guerra Mondiale, si affermò tra le più importanti e conosciute pelliccerie dello scorso secolo nel panorama capitolino.
 Nel 1957 a Mosca si presentò ai nuovi mercati , invitata insieme a Emilio Pucci, Roberto Capucci e Antonelli, a rappresentare l’Alta Moda Italiana in Russia come unica casa di moda di pellicceria .
Alla fine degli anni ‘60 l’Azienda passò al figlio dr. Alessandro che affidò ai primi disegnatori ( tra cui Silvano Malta e André Laug ) ,la parte stilistica e creativa, ottenendo come riconoscimento nel 1968 l’ingresso nella prestigiosa Camera Nazionale della Moda Italiana e partecipando alle sfilate di Roma in calendario a luglio
 Famosi fotografi, tra cui Johnny Moncada e Bob Krieger con storiche indossatrici immortalarono i modelli esclusivi dell’Alta Moda Bertoletti degli anni 70.
 Nel 1984 Francesco entra in Azienda , impara a conoscere i materiali partecipando alle aste mondiali e divenendo perito per il Tribunale di Roma.
 Nel 1988 firma la sua prima collezione con cui apre le sfilate della Camera Nazionale della Moda Italiana .
 A metà degli anni ‘90, crollati gli archetipi della pellicceria classica, si ricerca un concetto nuovo di pelliccia e di fare pellicceria perché cambia la società e cambiano le esigenze : nascono nuovi materiali e si modernizza lo stile.
Francesco lascia la Camera Nazionale della Moda per concentrarsi sullo studio di un prodotto dinamico che rispecchi il presente : nasce l’etichetta ” Bertoletti Alta Moda Italiana 1882 ” che nel 2004 diventa un marchio registrato con cui la Casa certifica la produzione tecno artigianale e Made in Italy dei capi tutti lavorati a mano , uno ad uno e non in serie .
 Nel 2005 Maria Luisa entra in Azienda e trasferisce il Suo life-style sul marchio : l’innata tendenza allo studio, alla ricerca e all’esercizio del bello diventano la cifra stilistica delle nuove collezioni colte e sperimentali.
 Nel 2009 viene concluso un accordo commerciale per la creazione di una linea distribuita in Libano con un punto vendita a Beirut. Nello stesso anno la OA (Original Assured) inserisce l’Azienda tra le poche case produttrici di pellicce in Italia che utilizzano pelli allevate di primissima qualità e certificate dall’etichetta di origine .
 Oggi Bertoletti Alta Moda Italiana dal 1882 rimane una delle ultime realtà vere dell’artigianato Made in Italy , da sempre gestito dalla famiglia che sta lavorando affinché il marchio possa a breve diventare un brand attraverso due primari obiettivi : l’internazionalizzazione del commercio e la visibilità del nome

 

www.bertolettipelliccerie.it

 

Bertoletti Pelliccerie – Roma – Via Vittoria, 16/a

Telefono +39 06 68809946

Fax +39 06 6832667

http://www.bertolettipelliccerie.it

 

 

Per maggiori info e approfondimenti, contattate il nostro ufficio stampa

Sandra Rondini

Telefono  +39 345 3444456

sandra.rondini@gmail.com