Omaggio a quattro donne nel mito per la Capsule Collection Vacchiano in occasione della VFNO 2014 di Roma

allestimenti, Arte, Atelier, beauty, Capsule Collection, Cocktail, Collezioni, Cultura, Eventi, Fashion, hotel, Installazioni, Location, location per matrimoni, luxury, Magazine, Moda, Presentazione, Roma, stilisti, Vernissage, VIP, Woman & Bride

La nuova capsule collection di borse Vacchiano è ispirata alla bellezza e alla femminilità. Il direttore creativo della maison Gianluca Lera, manda in scena una serie di pezzi ispirati alla bellezza e al fascino che le donne di potere dello star system esercitano da sempre sul grande pubblico. Quattro dunque i nuovi modelli limited edition presentati in occasione della VOGUE FASHION’S NIGHT OUT del 11 settembre  a Roma. 

– Oprah Tote, ispirata ad Oprah Winfrey, una borsa a mano con un manico per un look ‘modern bon-ton’ in vitello grana naturale. Tracolla removibile e regolabile, per poterla portare sia a mano che a spalla.

Fatta con chiusura linguetta con dettaglio logo palladio. Interno in suede beige naturale,  Charm in palladio con logo impreziosito da infilature in pelle cucite a mano. Disponibile anche in versione small.

Oprah Winfrey, incarna perfettamente la donna Vacchiano, ovvero una donna ostinatamente indipendente ed autonoma, con “un’identità fashion” forte ed innovativa, di grande ispirazione per le giovani donne ambiziose.

– Oriana shopper bag, ispirata alla grande scrittrice Oriana Fallaci è una shopper pratica, moderna, capiente ma anche leggera. Bottoni automatici sui fianchi per ampliarne le misure. Borsa dall’aspetto squadrato ma soft. Da portare a mano o a spalla. Interno in suede beige naturale.  Charm in palladio con logo impreziosito da infilature in pelle cucite a mano. Disponibile anche in versione small. Oriana Fallaci, una grande icona del nostro tempo in grado di affermarsi in un mondo ancora tutto al maschile.

– Una delle regine più belle del secolo, Rania di Giordania, ha ispirato Vacchiano nella realizzazione del Bauletto in vitello grana naturale, presentato in tono bicolore. Particolare la tasca esterna con chiusura a linguetta con dettaglio logo in palladio. Tracolla removibile e regolabile per poterla indossare con più opzioni. Interno in suede beige naturale. Charm in palladio con logo impreziosito da infilature in pelle cucite a mano. Disponibile anche nella versione piccola da young-girl.

Giovane donna diventata una Regina assolutamente contemporanea, Rania di Giordania è fonte di ispirazione non solo per essere un’ icona di stile, ma anche per il suo impegno costante nel sostenere i diritti dei più deboli.

– Chiude la capsule collection della maison Vacchiano, la Shoulder bag Kate ispirata ad alla principessa Kate Middleton. E’ una piccola bag-chic, in vitello grana naturale con un manico e tracolla removibile, da indossare anche in occasioni speciali.

Chiusura con linguetta con dettaglio logo in palladio. Interno in suede beige naturale con taschini di servizio per carte di credito e cellulare.
Charm in palladio con logo impreziosito da infilature in pelle cucite a mano. La principessa Kate Middleton incarna perfettamante la donna Vacchiano per essere diventata un’icona glam semplice ed al contempo sofisticata.

 

Ufficio Stampa:

 

StudioMediaCommunication

ufficiostampa@studiomediacommunication.com

Patrizia Barsotti +39 335. 1242065

Cristina Attinà +39 392. 6133227

Riccardo Ciccarese +39 333.6767280

 

Annunci

ESCUSIVITA’ ED ELEGANZA NEL CUORE DEI PARIOLI: AL CIRCOLO DELL’ANTICO TIRO A VOLO SFILA LA PELLICCERIA DI ROBERTO CAGNETTA

Abiti Cerimonia, allestimenti, Alta gastronomia, AltaRoma, Arte, Atelier, banqueting, beauty, catering, cinema, Cocktail, Cultura, Eventi, fragranze, Location, location per matrimoni, luxury, Magazine, Matrimonio, Moda, Roma, stilisti, Vernissage, VIP, Woman & Bride

SFILATA RC COLLECTION – CIRCOLO ANTICO TIRO A VOLO – ROMA

PRESENTAZIONE DEI MODELLI DI PELLICCERIA 2013/2014 DELLO STILISTA ROBERTO CAGNETTA

Quando arriva il freddo, le star tornano a “coprirsi” con le pellicce. In Inghilterra, per esempio – dove la caccia è ancora una tradizione, in particolar modo nell’ “high society” – ritorna il capo più amato e discusso: la pelliccia. Dall’inossidabile Regina Elisabetta, alla sorella di Kate Middleton, la fashionist Pippa, molte sono le signore che, per “ripararsi” dal freddo, scelgono questo prezioso capo invernale. Se Lady Gaga adora lo zibellino e la volpe argentata, Victoria Bekam sceglie per le sue uscite glamour lontra e murmasky. Anche le nostrane Daniela Santanché e Alba Parietti hanno dichiarato che non rinuncerebbero mai a una calda pelliccia, sia in montagna che in città. Molti i nuovi tagli e colori della Collezione Autunno Inverno 2013/14 dello stilista Roberto Cagnetta presentata Giovedì 19 Settembre 2013 presso gli eleganti spazi esterni a bordo piscina dell’Antico Circolo Tiro a Volo in Via E. Vajna, 21 a Roma, a due passi da Piazzale delle Muse, nel quartiere Parioli. Tanti i volti noti chiamati a raccolta dal press agent Emilio Sturla Furnò  che si potevano riconoscere tra gli oltre trecento invitati che non si sono voluti perdere l’apertura della nuova stagione degli eventi romani. Tra loro, ricevuti dal presidente del Circolo Michele Anastasio Pugliese, tante signore: Adriana Russo, Sandra Cioffi Fedi, Mara Parmigiani Alfonsi, Silvana Augero, Eleonora Vallone, Fanny Cadeo, Roberta Beta, Maria Monsè, Manon Umbertelli, Nadia Bengala, Lilian Ramos, Bianca Maria Lucibelli Caringi, Carla Montani, Betta Scarpa, Maridì Vicedomini, le blasonate Irma Capece Minutolo, Cetti Lombardi Satriani, Monica Augusta, le psicoterapeute Irene Bozzi e Mariolina Palumbo, la scrittrice Rosetta Romano Toscani, l’artista Paola Romano, la pr Pupa Guidi, il maestro Isabella Ambrosini, Erika Gottardi, Tiziana Amorosi d’Adda, Elisabetta Ferraro, le giornaliste della tv Camilla Nata, Stefania Giacomini, Lisa MarzoniSilvia Bertoni e Veronica Gatto. Scambio di saluti tra l’attore americano Clayton Norcross, il sensitivo inglese Craig Warwick, i principi Guglielmo Giovanelli Marconi e Alessio Ferrari Angelo-Comneno, il marchese Giuseppe Ferrajoli, Alex Partexano, Antonio Troiani, lo stilista Massimo Bomba, il presidente di Vitattiva Alfonso Rossi, lo scultore Giulio Gorga, l’editore Massimiliano Piccinno. Applausi per la quarantina di capi spalla con finale dedicato alla gran sera con tanto di stole, mantelle e manicotti abbinati alle creazioni di Gianluca Mannara. Raffinato cocktail sul prato a bordo piscina con tovagliati verdi e prelibatezze mediterranee: insalata di polpo, risotto alla pescatora, paccheri con gamberi, trofiette al pesto, parmigiana di melanzane e una variopinta selezione di dolci tra cui torta al limone e crostate di frutta. “Moltissime celebrities” – afferma lo stilista, che da oltre trent’ anni disegna e realizza preziosi capi di pellicceria nel suo laboratorio capitolino – “ma anche tante signore che non appartengono al mondo dello star system,  non vogliono rinunciare allo stile e all’eleganza di una creazione che non solo riscaldi, ma sia estremamente sensuale e preziosa”. Durante la fashion week newyorkese che ha aperto i battenti lo scorso inverno, si è fatta notare, tra le tante, Sarah Jessica Parker, in una mise alla Carrie Bradshaw, indossando, a sorpresa, una pelliccia blu elettrico, mentre Heidi Klum ha optato per un gilet in pelle borchiata con inserti di visone. Per questo, anche in tempi economicamente più difficili, la pelliccia è un bene che resiste nonostante i quesiti morali che necessariamente questo capo pone, rivelandosi un oggetto del desiderio per molte donne. “Non solo creazioni pesanti e impegnative, però” – prosegue Cagnetta – “da qualche anno a questa parte la moda propone la pelliccia non soltanto  per cappotti e caldi interni di soprabiti, ma, anche, come elemento decorativo per giubbotti, maglie, scialli e accessori come borse, monili, ferma-capelli e, persino, bandane in lana e zibellino”. La  nuova collezione Autunno Inverno 2013/14 di Roberto Cagnetta propone capi reversibili dai tagli essenziali, con manica scivolata e pulita. Sempre di moda il visone sia nelle classiche nuance dei marroni naturali, sia nelle nuove ed inusuali tinte del viola, del bordeaux e del blu oceano. Gilet chiusi con nappe e vistose zip  per le giovanissime e piumini in tessuto cangiante, double face, decorati da pizzi, organze di seta e passamaneria”.

Peter Langner: Il “Nostro” candidato per l’abito di Kate Middleton.

Abiti Sposa, Atelier, Eventi, Location, location per matrimoni, Matrimonio, Sfilate Sposa, stilisti, VIP

Sale l’attesa per il Matrimonio Reale e nel mondo del wedding impazzano scommesse ed   indiscrezioni sull’abito con il quale la bella Kate  salirà all’Altare.

Il sito ufficiale pubblicherà solo pochi istanti prima del fatidico si, le immagini dell’abito scelto  ma ormai i candidati in lizza si sono ristretti a tre – quattro stilisti.

Accanto a Vivienne Westwood e alla britannica e favorita Sarah Burton per Alexander McQueen, si fa spazio la candidatura del Nostro  Peter Langner che ha vestito in passato la Duchessa di Kent e la Regina Madre.


Peter vede una Kate elegante, non infagottata nell’ingombrante meringa di raso che nascondeva a stento l’infelicità della giovanissima Lady Diana.

La coppia è serena, felice e la Sposa è una donna sicura e Langner pensa ad una abito sobrio, senza eccessivi orpelli, pizzi ed ornamenti romantici.

Lo strascico presumibilmente importante, date le dimensioni della  Cattedrale di Westminster e rimarrà, probabilmente, il ricordo più vivo della Cerimonia Reale.

Fonti: Tg1 e Corriere della Sera.